logo
NEWS
/ CHI SIAMO / ARTISTI / EVENTI / DATE / CONTATTI / NEWSLETTER / PARTNERS
ioproduco

ARTISTI / FREI

home

Lui è un cantautore scaltro, il che vuol dire originale, intelligente, capace di invenzioni musicali e testuali che non somigliano a niente e a nessuno. Ieri muoveva “Sulle tracce della volpe” ... oggi lo stile di Frei si è come aperto, evoluto al cambiar di pagina... i versi tagliano, graffiano, sempre raccontano... un cantautore da seguire. Rockerilla, Ugo Bacci (gennaio 2013)

Frei Rossi nasce a Bagno di Romagna (FC). Lavora come cantante e performer con Aidoru Associazione per il progetto street punk “Go Go Megafon”. Nel 2011 esce il suo primo disco da solista "Sulle tracce della volpe", che riscuote molti consensi, sia a livello mediatico sia di pubblico. Nello stesso anno arriva in finale al Premio Bindi, al premio LiberaLaMusica e al premio Frequenze Mediterranee con "Spacco l'ufficio", uno dei brani "pilota" del suo album. E' finalista anche a Musicultura 2012 con il brano "Ombre di luna". Al festival dedicato a Buscaglione vince il Premio Speciale "I Postumi di Fred". Durante il tour che ha seguito l'uscita del suo primo disco riceve un altro importante riconoscimento da Keep On con il premio "Miglior Live dicembre 2011" nella categoria Rivelazioni. I singoli sono stati programmati in tutte le radio italiane, in particolare da segnalare la grande attenzione ricevuta da Isoradio, Radio Coop e tutte le radio del circuito Popolare Network. Il 14 gennaio 2013 esce il secondo album dal titolo "2013: Odissea nello spiazzo". Segue un tour di 35 date per tutta la penisola, un’altra partecipazione a Musicultura 2013, una finale al premio Musicadabere. MarteLive seleziona “ho visto gli alieni” tra i migliori videoclip.
Il 18 febbraio 2016 esce il suo terzo disco “Evolution” per S.R.I. Prod’s, prodotto da Beatrice Antolini.


sito internet www.freifreifrei.com
youtube www.youtube.com/freirossi
myspace facebook

Estratto del disco

linea

copertina 2016: Evolution
Anticipato dal singolo “Le macchine” che vede il featuring di Dimartino, esce il 18 febbraio 2016 “Evolution”, il nuovo album di Frei che chiude la trilogia cominciata con “Sulle tracce della volpe” del 2011 e proseguita con “2013: Odissea nello spiazzo”. Con Evolution si sbarca su un altro pianeta, paradigma del nostro, in cui protagonisti sono gli animali e le macchine, e le loro interazioni con l'uomo, in una sorta di processo evolutivo che parte dalla prima canzone per chiudersi con l'ultima: “Al termine di questo breve viaggio, non ricordo più cosa mi abbia spinto a partire, e neppure cosa sono andato a cercare. Alle volte credo di ricordarlo, altre volte no.
Ciò che invece ricordo bene, è l’informazione che ho trovato, quando guardavo, o credevo di guardare, da un’altro pianeta: “Gli animali muoiono, sotto le macchine, guidate male dall’uomo.” Evolution.

ascolta il singolo (youtube)


copertina 2013: Odissea nello spiazzo
Quando ero un bambino guardavo film di fantascienza che raccontavano il 2000 come l’era in cui avremmo esplorato le cavità dei pianeti e i sentieri delle galassie. Lo spazio sembrava alla nostra prossima portata. Siamo nel 2013 e io, nello spazio, non ci sono ancora andato.
Continuo disperatamente a sognare di esplorare l’universo, guardo come un pervertito documentari e immagini fotografate dai telescopi, che tutte le volte mi lasciano a bocca aperta, e mi chiedo sempre se in qualche luogo, nelle profondità dell’universo, ci sia qualcuno che sta a bocca aperta come me.
Vivo così la mia odissea nello spiazzo di casa, sotto una volta celeste che fa il verso alla mia mediocrità, alla mia vita quotidiana, alle mie manie, e ogni volta che mi fermo a guardarla, per un attimo, resto senza parole.

PER ACQUISTARE IL DISCO CLICCA QUI

download (PDF)


copertina “Sulle tracce della volpe” è un disco di canzoni. Canzoni italiane che nascono da suggestioni quotidiane, frammenti emotivi di vita tradotti in visioni pop.
11 tracce intense e piene di vigore, essenziali, energiche e fresche che cantano di sensazioni che sono di tutti: il bello dei gesti comuni, della follia che fiorisce dentro noi, o di quando in terrazza tira un Vento Tropicale che se chiudi gli occhi ti trovi a Malibù. Frei scrive brani capaci di suggerirti un mondo da scoprire.
Parole semplici, nude, ma mai vezzose. Parole immediate e a volte graffianti per questo esordio. Il primo disco di Frei è scritto nell’impellenza, è appassionato e viscerale.
In uscita 7 novembre 2011 su I TUNES e 15 novembre in tutti i negozi d'Italia!

download (PDF)
brani in ascolto (MP3): Dammi le tue mani / Spacco l'ufficio

Vedi la scheda date

 

logo aidoru